giovedì 1 ottobre 2009


Visto che il passato torna,
i pensieri si accavallano e il tempo sembra non passare più.
Visto che spesso sprechiamo parole per cose futili,
mi sono ricordata di quel sentimento vero che mi ispirò questa poesia..


14 settembre 2008

Sto pensando a quando eravamo
e non c'era nulla di impossibile per noi.
Sto pensando a come sorridevamo
e non avevamo ombre sul viso mai.

Camminavamo per discese e salite,
ci guardavamo
ci ascoltavamo
ci volevamo ancora bene,
discese, salite.

Sto pensando a quanta energia c'era,
unione, risate, chiacchere.
Sto pensando a quello
che ci dicevamo
espressioni, calore, sicurezza.

Camminavamo per salite e discese,
ci guardavamo
ci aiutavamo
ci volevamo ancora bene,
salite, discese.

E penso,
a come tutto si sgretola,
il tempo cura le ferite,
ma divide ed allontana,
così con facilità.

Camminavamo per lunghi percorsi,
ci sentivamo uniti
ci vedevamo
ci abbracciavamo
lunghi percorsi, serate,
pomeriggi, una forza.
Camminavamo senza voltarci indietro,
ci pensavamo
ci curavamo
ci credevamo eterni.


Nessun commento:

Posta un commento